IT PNG.png
''Data Literacy - Svizzera'' lancia una ''Campagna di prevenzione Data Literacy‘’

UNITI PER LA SALUTE – MANTENIAMO LE BUONE ABITUDINI!  

Due anni dopo l'inizio della pandemia COVID 19, ci sono finalmente segni che sta per finire. Anche se ci sono ancora regioni in cui i virus della SARS-CoV2 si presentano in modo epidemico o endemico, grazie agli alti tassi di vaccinazione e all'immunizzazione di gran parte della popolazione (mondiale), il COVID-19 sembra aver perso il suo potenziale di minaccia. Rimangono molte incertezze, ma il via libera è stato dato. Da una prospettiva di alfabetizzazione dei dati, ci sforzeremmo di non tornare semplicemente a vivere come facevamo prima della pandemia dopo le drastiche esperienze degli ultimi mesi, ma di imparare lezioni significative dalla pandemia - per applicare risultati e dati sensibilmente adattati in un contesto cambiato al di fuori della pandemia.  

Negli ultimi anni, abbiamo visto un calo significativo di varie malattie delle vie respiratorie superiori non-COVID. L'effetto di spostamento dei virus COVID spiega in parte questo. D'altra parte, diverse analisi dei dati hanno dimostrato che le semplici misure di protezione attuate in modo completo e coerente contro la diffusione dei virus COVID erano efficaci anche contro la trasmissione di virus meno infettivi. Nell'inverno 2020/2021, nessun bambino con una grave infezione da RSV è stato ricoverato in Svizzera! Un fenomeno mai osservato prima. Potremmo fare un uso sostenibile dell'esperienza acquisita in tempi di pandemia a beneficio della nostra società, adattando di conseguenza il nostro comportamento a lungo termine, soprattutto quando siamo malati:

  • Rispettiamo le misure igieniche.

  • Riduciamo i contatti in caso di malattia infettiva.

  • Indossiamo la mascherina in caso di tosse o
    raffreddore, per ridurre i contagi.

  • Segnaliamo i sintomi infettivi prima e durante le
    consultazioni con il medico, il dentista o l‘ospedale.
    Vacciniamoci – in funzione del rischio.

Combinando queste 5 misure in modo sensato, possiamo evitare malattie insensate e proteggere le persone a rischio (bambini piccoli, anziani, malati cronici) in modo sensato. Contribuiamo anche a una riduzione sostenibile della trasmissione indesiderata di agenti patogeni negli studi medici, nelle sale di trattamento, negli istituti di cura e negli ospedali. In questo modo, non solo abbiamo un'influenza positiva sui costi delle malattie evitabili e sui tassi di complicazione, ma anche sul benessere sociale, economico e umano.

Piuttosto che un qualsivoglia virus, trasmettiamoci l’un l’altro il rispetto e la solidarietà!

La competenza sui dati implica l'utilizzo dei dati e delle conoscenze esistenti in modo significativo ed etico a beneficio della società, adattato al rispettivo contesto. In questo senso, la campagna "Data Literacy" adattata utilizza ora la tanto discussa maschera come un simbolo di nuova definizione per una maggiore consapevolezza collettiva di usare misure combinate sensate e autoresponsabili contro la diffusione indesiderata di vari agenti patogeni:

 

La mascherina indossata nel posto e al momento giusto —
simbolo di rispetto, di solidarietà e di attenzione verso gli altri.

UNISCITI A NOI - FASCIAMO CHE QUESTI SEMPLICI RIFLESSI DIVENTANO BUONE ABITUDINI E CI AIUTANO A RIMANERE SANI INSIEME!

CONDIVIDI QUESTA CAMPAGNA CON I TUOI COLLEGHI, AMICI E CONOSCENTI NELLA TUA CERCHIA FAMILIARE E LAVORATIVA!

Grazie mille!

 

I flyer della campagna 'Data Literacy' possono essere usati e riprodotti liberamente con riferimento a www.data-literacy.ch. I bottoni della campagna possono essere ordinati direttamente su (cdl.atelierdubadge.ch). Se si desidera, gli ordini per i volantini possono essere effettuati QUI.

Saremo lieti di fornire i modelli di stampa su richiesta a info@data-literacy.ch.  Se voi o la vostra istituzione sostenete attivamente la campagna (appendendo/esponendo i volantini, le spille) e desiderate farlo, potete essere inclusi e pubblicati nella lista dei promotori/sostenitori di questa campagna dopo averci contattato.

 

PROMOTORI - SOSTENITORI DELLA CAMPAGNA DI PREVENZIONE ‘ DATA LITERACY’: